PROGETTO DIDATTICO

Il cibo nella famiglia contadina




La regione del Friuli Venezia Giulia è un ecosistema unico, padre di un patrimonio agroalimentare fondato sulla tradizione del “saper fare” e “saper magiare”, cresciuto e tramandato di generazione in generazione.

Attraverso il progetto attuato lo scorso anno con le classi seconde, della scuola secondaria di primo grado di Fagagna, si è voluto offrire un’opportunità per la riscoperta del tesoro gastronomico Friulano.

Fin dalle ere più remote, la necessità di soddisfare in ogni ambiente ed ogni stagione le proprie esigenze nutrizionali, ha spinto l’uomo a trasformare i frutti della terra e le prede della caccia in prodotti in grado di conservarsi nel tempo o in alimenti più graditi dal punto di vista gastronomico.

Il progetto è stato suddiviso in 4 incontri, ciascuno dei quali volto ad approfondire e illustrare i processi produttivi di alcuni dei prodotti simbolo della nostra tradizione.

Primo incontro: "Il mais"
I ragazzi hanno assistito dal vivo all'antico ciclo di lavorazione del mais volto alla produzione della polenta che hanno poi potuto assaggiare, approfondendo i diversi step: tecnica agronomica, ciclo di raccolta, macinatura e cottura. 


Secondo incontro: "La Norcineria"

I ragazzi hanno avuto l'opportunità di partecipare alla dimostrazione di norcineria, analizzando soprattutto la fase legata alla macinazione


Terzo incontro: "Il Pane"

I ragazzi, per il terzo incontro, hanno affrontato la tematica del pane nella tradizione friulana, riscoprendo gli antichi segreti della panificazione, lavorando con le proprie mani, passo dopo passo il pane assistendo alla fasi di cottura presso il forno del Museo.

Quarto incontro: "Il Latte"

I ragazzi infine, in occasione dell'ultimo incontro previsto dal progetto, sono stati coinvolti nell'attività focalizzata sul ciclo del latte, assistendo alle varie fasi per l'ottenimento del latte fino alla produzione del formaggio. 

Bibliografia: "Il Cibario del Friuli Venezia Giulia", Atlante dei Prodotti della Tradizione, ersa.